Uomo elegante: un viaggio alla scoperta dei trucchi per diventare un uomo di classe – Parte 2

Photo by gossip.fanpage.itEccoci arrivati alla seconda puntata della nostra rubrica dedicata all’universo maschile su come diventare (e mantenersi) un uomo elegante e di classe. Nello scorso articolo abbiamo visto come un gioiello, scelto accuratamente e indossato al meglio, possa far lievitare notevolmente il livello di eleganza di una persona. Oggi andremo, invece, ad approfondire un altro aspetto, anch’esso strettamente legato al mondo dell’eleganza maschile: l’abbigliamento. Andremo ad approfondire gli aspetti principali dei vestiti maschili più consoni a un contesto di forte eleganza, come vanno indossati per apparire un uomo di classe e quali sono i gioielli più adatti per ognuno di questi diversi capi.

CAMICIA

Quando si parla di eleganza, non si può non citare la camicia. Questo capo, adatto per diversi contesti e che originariamente fungeva addirittura da indumento intimo, oggi rappresenta il non plus ultra dell’eleganza: è infatti difficile immaginarsi un uomo elegante senza una camicia. Questo indumento si distingue dagli altri in quanto racchiude al tempo stesso il rigore di una confezione perfetta e una ricercatezza dei dettagli che vi faranno fare un’ottima figura.
Riconoscere una camicia elegante è semplice. Innanzitutto dal tessuto: il migliore per una camicia da uomo è il cotone conosciuto anche come “doppio ritorto”. Il collo poi è molto importante per distinguere una camicia elegante da una sportiva; nel primo caso, infatti, vi troverete di fronte al collo alla francese (con le punte aperte verso l’esterno) e al collo all’italiana (con le punte chiuse verso il basso).
Di fondamentale importanza è poi il polsino: il polsino di una camicia di classe non è mai diritto, ma è sempre arrotondato oppure sagomato; il polso doppio e ripiegato, inoltre, con le asole per mettere i gemelli rappresenta invece il massimo dell’eleganza e della raffinatezza. Il gemello da polso può fare la differenza sul vostro livello di eleganza.

fermacravatta

credits: vk.me

GIACCA

Un uomo elegante che si rispetti sopra la camicia naturalmente indossa la giacca. Detto ciò, occorre però fare una precisazione: lo stile non si compra per cui bisogna tener conto di alcune indicazione per poter indossare al meglio questo indumento.
In primis attenzione alle misure: l’abito infatti deve far risaltare la vostra figura e non, al contrario, accentuarne i difetti. Da tenere conto inoltre che la giacca non deve mai superare la misura della camicia: il polsino, infatti, deve poter  fuoriuscire sempre di circa un paio di centimetri dal fondo della manica della giacca. Medesimo discorso per ciò che riguarda per il collo, che deve spuntare di 1-2 cm dalla giacca, precisamente nella parte dietro sotto la nuca.
Anche allacciare nel modo giusto la giacca può fare la differenza. Se amate indossare giacche a monopetto, sia a 2 che a 3 bottoni, ricordate che l’ultimo bottone non si allaccia mai, nemmeno nel caso in cui stiate indossando anche un gilet. Fate poi attenzione al giromanica, il quale non deve essere eccessivamente stretto bensì adattarsi comodamente all’ascella e lasciare una discreta libertà di movimento.
Tante volte il tocco di eleganza alla tua giacca viene dato da un accessorio ancora oggi molto in voga: la spilla. Ve ne sono davvero molte sul mercato, di varie forme e dimensioni, forgiate con diversi materiali, dall’oro all’argento. Qualora decidiate di abbinare una spilla alla vostra giacca, tenete conto di quanto scritto nell’articolo precedente: semplicità e raffinatezza la fanno da padrone.

SCARPE

Eccoci arrivati alla parte inferiore del nostro corpo, dove troviamo il capo di abbigliamento che forse più degli altri riesce a dare un’idea della persona che ci stiamo trovando davanti: le scarpe. Le scarpe rappresentano un simbolo di eleganza e fanno ben trasparire il grado di formalità di un vestito. Ciò che separa una scarpa sportiva da una elegante è il materiale, il design: una calzatura di classe è ben riconoscibile e deve parlare la stessa lingua dell’abito che stiamo indossando. Nel nostro caso, per esempio, con un abbigliamento estremamente elegante è necessario indossare calzature tradizionali, talvolta con chiusura cucita a mano. La scarpa poi deve risultare possibilmente senza alcuna decorazione: il massimo consentito per rimanere nella sfera di classe ed eleganza è avere eventualmente dei piccoli fori sulla punta che simulano la coda di rondine;  la suola, però, deve essere sempre sottile .
Per quanto concerne il colore della sciarpa, invece, occorre fare un discorso a parte. Quando indossate un abito elegante ricordate sempre che le calzature devono necessariamente essere più scure dei pantaloni, in quanto il contrario risulta stonato e può attirare eccessiva attenzione.
La cintura, ovviamente, deve essere perfettamente intonata alla scarpa scelta.

Tenere da conto questi altri piccoli accorgimento gioverà sicuramente alla vostra reputazione. Questi piccoli consigli, uniti a quelli dello scorso articolo, vi faranno fare quel salto di qualità tanto ricercata.

Gli Accessori da uomo più eleganti del momento, li trovi qui!

Articoli correlati:

The following two tabs change content below.
Vincenzo Marchese

Vincenzo Marchese

Dottore in Comunicazione e Società. Dinamico e attivo, amante della tecnologia e dello sport. Copywriter e web marketer, esperto in comunicazione, marketing e organizzazione di eventi.

Un pensiero su “Uomo elegante: un viaggio alla scoperta dei trucchi per diventare un uomo di classe – Parte 2

  1. Pingback: Copribottoni per camicia - IGJ.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.